L’Inghilterra è un luogo molto ricco di tradizioni e usanze, alcune delle quali possono senza dubbio essere definite “stravaganti”.

Al di là degli stereotipi più comuni, come il tè delle cinque del pomeriggio, tantissime sono le usanze più o meno note che bisogna necessariamente conoscere se si è dei veri amanti della cultura British.

PANCAKE FLIPPING –  CORSA DEI PANCAKE

Il giorno del martedì grasso in tutta la nazione, spesso in scuole e villaggi, si svolge la  “corsa dei pancake”. La coinvolgente sfida consiste nel terminare per primi il percorso correndo con una padella contenente un pancake in mano e farlo girare almeno per tre volte senza farlo cadere.
La leggenda vuole che questa tradizione risalga al XV secolo, quando una donna intenta a preparare appunto le famose frittelle per il martedì grasso, sentite le campane della chiesa che richiamavano i fedeli alla confessione, corse ad avvisarli completando la preparazione dei pancake lungo la strada.

CHEESE ROLLING

Si tratta di una gara di corsa estrema che si svolge lungo pendii collinari scoscesi, in cui i partecipanti devono correre dietro a una forma di formaggio riuscendo ad afferrarla. Questa tradizione è sicuramente pericolosa, considerando che la forma che rotola può raggiungere anche i 110 Kmh. La competizione più famosa si svolge annualmente alla collina Cooper, nei pressi di Brockworth e Cheltenham, in Inghilterra.

JACK IN THE GREEN

Questa tradizione si celebra il 1° Maggio in tutto il Paese, ma è a Hastings, sulla costa meridionale dell’Inghilterra, che si svolge il vero e proprio festival dedicato.

L’usanza risale al XVI secolo quando in Inghilterra, in occasione del 1° Maggio, i cittadini facevano a gara per creare la più bella ghirlanda di fiori e foglie. Quello che avviene oggi, invece,  è che che durante questa giornata i cittadini si ricoprano interamente di foglie.

SUNDAY ROAST

Per gli inglesi, il piatto della domenica per eccellenza è senza dubbio l’arrosto che viene consumato con contorno di patate e verdure e servito con salse di accompagnamento.
Non importa se questo venga consumato in casa o in pub e ristoranti, l’importante è rispettare la tradizione.

MAYPOLE DANCE

Sempre il 1° Maggio oltre al Jack in the green si rispetta  la tradizione del Maypole dancing che consiste in una danza tradizionale di origine pagana che si svolge attorno ad un palo.

Il palo è spesso decorato con fiori e nastri e ogni partecipante gli gira intorno tenendo in mano un nastro. Gli uomini vanno in una direzione e le donne da quella opposta fin quando tutti i nastri siano arrotolati intorno al palo. Un tempo i paesi che potevano permetterselo avevano un maypole permanente, ci sono anche stati casi di furti di maypole da parte di un villaggio nei confronti di un altro.

REMEMBRANCE DAY

Nel periodo che precede il giorno della memoria che si svolge l’11 Novembre, l’Inghilterra si ricopre di papaveri rossi in ricordo della fine della prima guerra mondiale. Nel giorno della memoria ci sono diverse celebrazioni in tutto il Paese e si osservano due minuti di silenzio all’ “undicesima ora dell’undicesimo giorno dell’undicesimo mese” perché fu quello il momento in cui l’armistizio divenne effettivo sul fronte occidentale.

MORRIS DANCING

Il ballo del Morris o Morris dance è un ballo popolare inglese basato su passi ritmati e nell’esecuzione di figure coreografiche da gruppi di ballerini che tengono in mano bastoni, spade, fazzoletti e pipe e che si pensa abbia il potere di scacciare il male.
Le origini del nome sono incerte, ma una delle teorie più fondate è che il termine derivi dall’espressione “moorish dance” e “danza Moresca” (in Spagna), che infine diventa Morris Dance. Un’altra spiegazione è che “Morris” provenga dal latino “mores” che significa “costumi”.

WORLD CONKER CHAMPIONSHIP (“Campionato mondiale di castagne”)
Dal 1965 si tiene nella seconda domenica di ottobre nella contea del Northamptonshire, Inghilterra. E’ un campionato individuale durante il quale ad ogni partecipante viene legata una castagna con una corda lunga 30,5 centimetri. L’obiettivo della gara è rompere le castagne degli avversari prima che avvenga il contrario.


GUY FAWKES NIGHT (“La notte di Guy Fawkes”)
Si tratta di una festa che risale agli inizi del 1600 e affonda le sue radici in un episodio legato alla cosiddetta congiura delle polveri (ragione per cui la festa e’ rimasta circoscritta alla Gran Bretagna e a qualche ex-colonia e non è stata esportata altrove), quando un gruppetto di cospiratori guidati da Guy Fawkes tentò di far saltare il Palazzo di Westminster, il palazzo del Parlamento, con alcune cariche esplosive che erano state nascoste sotto la House of Lords.

Durante la festa vengono accesi dei falò, bruciati dei manichini che rappresentano i cospiratori e recitati canti e rime.

 

Di Ada Carcione

Condividi con i tuoi amici!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •